Logo di e-incucina.com

  

Logo di e-incucina.com

Banner di e-incucina.com

    home |  le tue ricette |  le salse |  tutto sul vino |  i cocktails |  libri & guide |  feste & sagre |  agriturismo |  downloaddisclaimer

CONSIGLI UTILI IN CUCINA


    
  Consigli e trucchi in cucina

   Alcuni consigli utili da ricordare quando siete in cucina alle prese con le vostre ricette oppure quando dovete togliere una macchia di  vino rosso  dalla  vostra tovaglia preferita. 

 

 Cottura dei cibi a microonde


Come funziona
Le microonde sono onde elettromagnetiche generate da una valvola, chiamata  Magnetron,  che trasforma l'energia elettrica in energia elettromagnetica ad alta frequenza. Le microonde generate dal Magnetron   provocano una fortissima agitazione delle molecole d'acqua presenti negli alimenti e quindi  un rapido riscaldamento degli stessi.  


I Recipienti
I recipienti da utilizzare devono essere trasparenti, ovvero devono consentire il passaggio delle microonde. Quindi i materiali piu' idonei sono quelli vetrificati e di vetroceramica. Possono essere utilizzati anche recipienti di porcellana  o di materiale plastico adatto. Evitare in assoluto recipienti detti riflettenti come il metallo e carta argentata o recipienti che possono prendere fuoco come la carta o i classici piatti di plastica leggera. 


Gli alimenti da evitare 
Le uova con il guscio. Le uova contengono aria e quindi possono scoppiare con l'aumento di pressione che si sviluppa al loro interno. 
I legumi. I legumi contengono pochissima acqua e cio' provoca il loro indurimento. 
L'olio.  Non si puo' friggere nel microonde, in quanto non si puo' controllare la temperatura dell'olio. 
Gli impasti lievitati come la pasta sfoglia o la pasta per pane. 
I crostacei. Se non incisi nel guscio possono scoppiare.
  

Consigli 
E' consigliabile durante la cottura coprire i recipienti per trattenere il vapore e quindi mantenere i cibi piu' morbidi. E' in commercio un particolare tipo di pellicola per microonde. Non usare la pellicola tradizionale: si puo' sciogliere rilasciando sostanze tossiche.

Per cucinare cibi con pelle o buccia (patate, mele, pomodori, würstel) occorre praticare sempre dei fori sulla buccia. 

 Le microonde cuociono la carne fino a circa 3 centimetri di profondita', quindi non inserite cibi di grande spessore, come l'arrosto di carne o pezzi grossi di pollo. La carne poco cotta e' ricca di batteri. 

Per rendere la cottura piu' uniforme, mescolate i cibi almeno una volta durante la cottura. 

Trucchi & Consigli

  Cottura a bagno maria: 
Prendere due recipienti di dimensioni diverse e metterli uno dentro l'altro, il piu' grande riempirlo di 2/3 d'acqua e nel piu' piccolo mettere l'alimento, quindi far cuocere lentamente senza far mai bollire l'acqua. 

  Fare il caramello al microonde:
Mettere nell'apposito recipiente lo zucchero e bagnare con l'acqua in proporzione (per 100 gr di zucchero aggiungere 2 cucchiai di acqua). Far cuocere per 3 minuti a 900 gradi. Girare ogni tanto il contenitore e togliere dal microonde quando il caramello avra' assunto un colore marrone chiaro.

  Per cuocere le torte senza bruciarle:
Posizionare la torta a meta' del forno e sotto, nella parte bassa, mettere una teglia riempita per meta' d'acqua.

  Per montare la panna:
Mettere il contenitore della panna nel freezer 10 minuti prima di montarla.

  Per ottenere un bel colore dorato alle patate:
A meta' cottura delle patate spolveratele con un po' di paprika forte Patate al forno: per ottenere un bel colore dorato.

  Per fare una frittata con poche uova:
Durante la sbattitura delle uova aggiungere un pizzico di lievito per torte salate.

  Per ottenere una buona pasta sfoglia: 
Aggiungere durante l'impasto un cucchiaio di Vermut o di aceto di vino bianco. Ciò permette alla pasta uno sviluppo maggiore e conferisce alla sfoglia un gusto particolarmente gradevole.

  Per addensare le salse:
Mettere, in una ciotola, un cucchiaio del liquido della salsa troppo liquida, aggiungere un cucchiaino di maizena o di farina e  amalgamare fino a quando assume un aspetto cremoso, quindi versarla nel resto della salsa e, girando, portarla ad ebollizione. 

  Per montare le chiare d'uova a neve: 
Aggiungere alle chiare un pizzico di sale e montare.

  Per preparare le crepes:
Ungere la padella con un batuffolo imbevuto d'olio e scaldare per due o tre minuti. Aggiungere il composto e ripetere l'operazione ogni 8 crepes.

  Per riconoscere le uova fresche:
Riempire d'acqua un recipiente a bordo alto e aggiungere circa 100 gr di sale, mescolare e quando il sale sarà sciolto, immergere l'uovo. Se va a fondo significa che e' freschissimo. Piu' l'uovo tende a salire a galla e piu' e' vecchio. Se non tocca il fondo ha 1 o 2 giorni, se rimane a meta' ha 3/4 giorni, se rimane a galla ha piu' di 5 giorni. 

  Per togliere il bruciato dal fondo delle pentole:
Mettere nella pentola un po' di bicarbonato, circa due cucchiai per una pentola di 30 cm, aggiungere l' acqua ben calda  lasciala così per una nottata. 

  Per togliere l'odore di aglio sulle mani: 
Prendere un bel ciuffo di prezzemolo fresco e strofinarlo energicamente sulle mani, l'odore svanisce quasi completamente. 

  Per lavare bene gli spinaci:
Aggiungere all'acqua di lavaggio due cucchiai di farina e lasciare gli spinaci a bagno per circa 10 minuti, quindi risciacquare fino ad eliminare la farina.

  Le cipolle: 
Per evitare il fastidioso bruciore agli occhi quando si affettano le cipolle, tenerle a bagno in acqua fredda per almeno 30 minuti prima di usarle. In alternativa possono essere messe nel forno microonde, divise in 4 spicchi, per circa 1 minuto.

  Per spurgare le vongole:
Mettere un piatto rovesciato in una grande insalatiera, versare le vongole e coprire d'acqua salata (circa due cucchiai di sale). Tenerle a bagno per circa due ore ed ogni tanto rimescolare per far scendere la sabbia sotto il piatto. 

Come eliminare alcune macchie prima del lavaggio

  Macchie di Te'
Le macchie di tè sui tessuti si possono eliminare facilmente strofinando un panno imbevuto di acqua e succo di limone.

  Macchie di Frutta
Le macchie di frutta si eliminano generalmente lavandole subito con acqua fredda e bicarbonato. 
Qualora il tessuto è bianco e abbastanza resistente, e' possibile trattarlo aggiungendo nell'acqua qualche goccia di  acqua ossigenata e ammoniaca. In caso di tessuti colorati si consiglia di non strofinare, ma tamponare la macchia con succo di limone. 

  Macchie di profumo
Le macchie di profumo sui tessuti di cotone o di lana possono essere eliminate tamponando, senza strofinare, con un batuffolo imbevuto con qualche goccia di acqua ossigenata a 12 volumi, quindi procedere al lavaggio in acqua fredda con un po' di aceto.

  Macchie di sugo di pomodoro
Possono essere eliminate con acqua e ammoniaca nella dose di mezzo cucchiaino per ogni litro d'acqua. Altro metodo e' quello di aggiungere nell'acqua qualche goccia di acqua ossigenata e di ammoniaca.

  Macchie di vino rosso
Sembra un parossismo ma le macchie di vino rosso si possono togliere con il vino bianco; strofinare il tessuto macchiato con un panno imbevuto di vino bianco fino ad assorbire il rosso.
 
 
 
 

 
 
 

 


Il tuo Banner qui

Tutti i marchi registrati e le immagini, che appaiono su questo sito, appartengono ai loro rispettivi proprietari.
All company names and product names are trademarks and registered trademarks of their respective owners.
e-incucina.com non è collegata ai siti pubblicati e non assume alcuna responsabilità del loro funzionamento e contenuto.
Il nome del sito, il design e la composizione dei contenuti sono di proprietà di
e-incucina.com.
Vietato Fumare non è un obbligo ma.....  SE NON VOLETE SMETTERE non clickate qui !